lunedì 13 dicembre 2010

Insalita mista

Dice No, allora è meglio che accenda i telefoni e ne trovo uno che va già bene. L'altro no, l'altro è spossato e dorme, allora lo metto in carica però in dormiveglia; il telefono in carica ha un occhio mezzo aperto e a destra nello schermetto c'è scritto Rubrica mentre a sinistra mi sembra che ci sia scritto Sbrocca, che deve essere una funzione avanzata che se pigi la combinazione seleziona tutta la rubrica e invia un sms collettivo con su scritto ma va a cagare, pure te.
Penso Che storia, diobò, meglio che riordino e ricordo che in terrazza c'è un posacenere che vomta, è una torre di Babele di mozziconi, dall'equilibrio malfermo. Prendo un sacchetto di plastica e vado in terrazza -quegli otto passi di terrazza li faccio un po' sospeso nell'aria, tipo overcraft- e agguanto il posacenere, parto indietro mentre lo svuoto nel sacchetto, due passi e mi accorgo che è caduto un mozzicone, due passi e torno dov'era il posacenere, lo appoggio, raccolgo il mozzicone e riparto. Tre passi e ricordo il posacenere e penso A-ah, che patacca; quello, ero venuto a prendere, faccio altri due passi indietro quando vedo un bambino che avrà cinque anni che mi indica dalla strada e che dice alla donna che è con lui "Guarda mamma, quel signore triste col sacchetto in mano, balla."

12 commenti:

  1. ... non l'avevo mai detto prima, ma ora devo proprio:
    "PRIMO!"

    :)

    RispondiElimina
  2. uff... nemmeno primo ai post di Van riesco ad arrivare...

    RispondiElimina
  3. Non ho mai ballato con un posacenere... Sarà anche perchè non fumo.
    (Bella Van!)

    RispondiElimina
  4. stavomeglioquandostavopeggio14 dicembre 2010 12:33

    ah ah ah mi pare di vederti ^.^

    RispondiElimina
  5. Occheppost che mi stavo perdendo. Tante cose belle, dalla funzione sbrocca (che rivenderò con gli amici senza neanche riconoscerti i diritti d'autore, gné gné gné) alla danza posacenerica.
    Dopo di che, santiddio, tanti mozziconi equivale a dire una festa. Mai che mi si inviti, eccheddiamine. (Dirai tu: ma chi cazzo sei, esattamente? Perché dovrei invitarti alle mie feste? Perché mi ci divertirei, ecco tutto)

    RispondiElimina
  6. @ la roscia: te lo sai, che sei il migliore.
    Ahahhahahahahahhahaahahahahahha!
    @ G.G.: come, "nemmeno"?!
    @ Vaniglia: grazie, Vanì. Io sto cercando di smettere. Non di ballare, no.
    @ stavomeglioquandostavopeggio: eh, pure probabile che tu m'abbia visto o che qualche vicino ne raccontasse, eh eh eh...
    @ Silas Flannery: la funzione "sbrocca" l'ho copiata da uno dei tuoi amici -ma non ti dico chi- cui la rivenderai senza citarlo, per cui il cerchio della giustizia si chiuderà sui giusti e sugli iniqui e sui sargassi e sulle mazzancolle e sui krakken e sulle spippole e sui patronimici e sulle vene vanitose, olé.
    Fumo da solo ma non lo svuoto mai.
    Però se faccio una festa mi raccomando, sei dei nostri eh.

    RispondiElimina
  7. cavoli, se n'è accorto... :)

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. la danza del posacenere è magnifica!...Quasi frega il posto al ballo del frigo che consiste nell'aprire ripetutamente il frigo chiedendosi:
    "Ma cos'è che dovevo prendere io qua?"

    RispondiElimina
  10. Ma sì che ce la fai!!!! Un modo è: fumarti in un ora tutte le sigarette che ti fumeresti in una settimana. Poi si sta così male che pare si smetta sedutastante...

    RispondiElimina
  11. @ Calliope, la break dance da 0 a +4! Conosco, conosco.
    @ Vanì, pian piano, forse sì.

    Buon tutto a tutti,
    state bene

    RispondiElimina