giovedì 25 giugno 2009

Casa Dolce Casa

Ah, la rrriviera.

Uno se ne sta beato in seno alla famiglia a cenare e
poi si spipacchia tranquillo una sigaretta sul terrazzo.

...e arriva la vocina della Dea Turista che dibatte sul fatto che "Terùn"
non è un'offesa, che dipende come si dice, e che se quellìlà si
offendono se ne possono tornare a casa loro.

Allora, Dea Turista, lei è Deficiente, nel senso che mi defice di
empatia e rispetto verso quellìlà. Lo dico in senso buono.
S'è offesa? Midispiacemidispiacemidispiace.

Quindi, ora, torna a casa sua, giusto?

5 commenti:

  1. aaah beh. io le avrei fatto accidentalmente cadere la sigaretta accesa sui nordici capelli.

    RispondiElimina
  2. Aveva la coda. Come altre bestie.

    RispondiElimina
  3. sarà andata a cercare il significato di empatia sul vocabolario...

    RispondiElimina
  4. Sarà andata a comprare un vocabolario...

    RispondiElimina
  5. per fermare la gamba del tavolo, però.

    RispondiElimina